Indagini biosistematiche relative a taxa lichenici critici.

Breve descrizione della ricerca: indagini biosistematiche relative a taxa lichenici distinguibili solo sulla base di vaghi caratteri morfologici. Lo studio contempla l’utilizzo di tecniche biomolecolari per tentare di risolvere alcuni problemi tassonomici ancora aperti, analizzando il DNA di alcune specie critiche, al fine di delineare la struttura genetica e il livello di variabilità genotipica inter- e intra-specifica e di fornire nuovi caratteri, oltre a quelli morfologici, utilizzabili per una più precisa identificazione dei taxa considerati.

Principali risultati conseguiti: è stata analizzata la biodiversità tra popolazioni di Cladonia pocillum (Ach.) O.J. Rich., lichene terricolo particolarmente abbondante in ambienti ofiolitici, valutando il possibile legame tra la variabilità genetica inter-popolazionale e il contenuto di metalli pesanti presenti nei suoli derivati dalla degradazione delle rocce ofiolitiche. I campionamenti sono stati effettuati nel territorio del Parco Naturale Mont Avic (Valle d’Aosta) in cui predominano le serpentiniti. I primi risultati ottenuti evidenziano una marcata variabilità intra-specifica, che potrebbe essere legata alle diverse concentrazioni dei metalli pesanti presenti nel substrato. Questo lavoro mostra che la PCR-RAPD può essere uno strumento utile nello studio della biodiversità nei licheni. Ulteriori indagini potranno consentire di definire l’effettiva esistenza di una differenziazione ecotipica basata sui parametri ecologici considerati e permetteranno di approfondire le conoscenze delle relazioni eco-fisiologiche esistenti tra licheni e ambienti ofiolitici.

Pubblicazioni più significative:

·        Galvagno M., Valcuvia Passadore M., Brusoni M., Chiappetta D., 2006. Analisi biomolecolari mediante RAPD-PCR in Cladonia pocillum (Ach.) O.J.Rich.. Not. Soc. Lich. It., 19: 64