ANALISI DEI RISCHI

La Direttiva macchine richiede su ogni macchina una valutazione del rischio ed eventualmente una sua riduzione fino a che il rischio residuo non sia inferiore al rischio tollerabile


Marchio CE di conformitā

Facoltā di Ingegneria

Laboratorio di Azionamenti Elettrici

Nell'individuazione dei pericoli connessi all'uso di una macchina, il progettista deve rifarsi a procedure normalizzate, che consentano di effettuare valutazioni condivisibili all'interno dell'Unione europea. I requisiti minimi di sicurezza per le macchine sono descritti nell'Allegato I della direttiva 98/37/CE e costituiscono la linea guida del progettista nello sviluppo della macchina. Questi vanno affrontati dal primo all'ultimo senza escluderne a priori alcuno dato che il mancato rispetto anche di uno solo tra questi, potrebbe determinare la presenza di un rischio. In aiuto del progettista vengono incontro anche alcune norme, come la  UNI EN 292-1 e la UNI EN 1050, che trattano, appunto, della valutazione dei rischi.

La Direttiva macchine richiede su ogni macchina una valutazione del rischio ed eventualmente una sua riduzione fino a che il rischio residuo non sia inferiore al rischio tollerabile


Per procedere alla classificazione di questi rischi si utilizzano le seguenti norme:


  • EN 292: "Concetti fondamentali e principi generali di progettazione per la sicurezza delle macchine"


  • EN 1050: "Sicurezza delle macchine, principi per la valutazione dei rischi"

Per rischio si deve intendere il prodotto tra la stima della probabilitā che al pericolo segue effettivamente il danno e la stima dell'entitā del danno stesso









Si ritiene comunemente inaccettabile la mancanza di garanzie circa la salvaguardia fisica dell'operatore

L'analisi e la valutazione dei rischi comprendono i seguenti quattro passi:


  • ANALISI DEI RISCHI

Definizione dei LIMITI della macchina  (EN 292, EN 1050 par. 5)

Identificazione dei potenziali PERICOLI (EN 292, EN 1050 par. 6)

Procedure per la valutazione del RISCHIO (EN 292, EN 1050 par. 7)


  • CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI


  • VALUTAZIONE DEL RISCHIO RESIDUO


  • RIDUZIONE DEL RISCHIO

La sicurezza delle macchine operatrici | ANALISI DEI RISCHI | UN ESEMPIO: IL MOTORE LINEARE (1)


IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI E VALUTAZIONE DELLE ZONE PERICOLOSE | UN ESEMPIO: IL MOTORE LINEARE (2)


IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI E VALUTAZIONE DELLE ZONE PERICOLOSE | Normativa