CHI SIAMO STORIA ORTO MUSEO EVENTI AMICI ORTO LINKS
   

    LE SUCCULENTE   presentazione e schede di Cristina Delucchi

 

Le piante succulente sono dotate di tessuti in grado di immagazzinare grandi quantità di acqua, che rendono gli organi in cui sono localizzati ingrossati e carnosi. Per questo motivo vengono spesso e impropriamente definite piante grasse. Esse possono presentare radici, foglie o fusti modificati che assumono forme particolari, sferici o colonnari. L’acqua viene assorbita durante i periodi di pioggia, immagazzinata e resa disponibile durante i lunghi periodi di siccità. Tra i vari accorgimenti assunti dalla pianta, al fine di diminuire le perdite d’acqua dovute alla traspirazione, si possono notare anche l'ispessimento epidermico, la secrezione di cere protettive, la produzione di peluria e spine. Questi adattamenti hanno permesso alle piante succulente di colonizzare habitat caratterizzati da climi tropicali aridi e sub-aridi. Esse crescono prevalentemente in terreni semidesertici, dove si alternano periodi di grande siccità a periodi di piogge più o meno intense, ma possono essere trovate in quasi ogni zona della terra che sia caratterizzata da temperature medie sopra gli 0 °C, durante il periodo della vegetazione, e in cui le piogge siano abbastanza scarse da limitare la crescita delle piante mesofite, o le condizioni del substrato siano ugualmente limitanti. Al contrario di quanto propone l’immaginario collettivo, non si trovano quindi nelle zone completamente desertiche con assenza totale di piogge, in quanto non potrebbero realizzare la riserva idrica minima necessaria alla sopravvivenza.

In Africa abbiamo grandi euforbie dal tronco colonnare e aloe con ampie foglie coriacee e appuntite. In America possiamo trovare piante con habitus simile, dovuto all’adattamento ad ambienti con caratteristiche climatiche analoghe, come i cactus e le agavi. Ma anche l’Europa ospita numerose specie di Sedum e di Sempervivum, appartenenti alle Crassulaceae, famiglia di piante succulente diffuse in tutto il mondo, in particolare in zone secche e/o fredde dell'emisfero boreale e nell'Africa meridionale. Queste piante accumulano acqua nelle loro foglie ingrossate, che spesso formano rosette basali. Sono molto apprezzate come piante ornamentali per il loro aspetto e per le poche cure che necessitano. Molte specie formano facilmente degli ibridi naturali che ne rendono piuttosto difficile la classificazione e che permette pratiche orticolturali di incrocio.

Il progetto regionale, realizzato dall’Orto Botanico di Pavia con la Rete degli Orti Botanici della Lombardia, ha portato all’introduzione di 10 entità succulente all’interno dell’orto pavese. Le piante sono state scelte dopo un’attenta ricerca bibliografica tra le succulente presenti nella Regione Lombardia e inserite in spazi ricavati dalla riorganizzazione della roccera posta sul lato sud orientale del giardino.

 

Elenco specie:

 

Sedum acre L.

Sedum album L.

Sedum anacampseros L.

Sedum anopetalum DC.

Sedum montanum L.

Sedum spurium Bieb.

Sedum telephium L.

Sempervivum arachnoideum L.

Sempervivum montanum L.

Sempervivum tectorum L.


     HOME    |    DSTA    |     CREDITS