Vai alla home page

Versione ITALIANA


LA NOSTRA STORIA
ATTIVITA' DI RICERCA
SEMINARI
CONGRESSI SISC
CONGRESSI INTERNAZIONALI
LINKS
 

Ti trovi in:

  ATTIVITA' DI RICERCA > Matrice extracellulare ed Infiammazione, Messina  
 
 
 
Matrice extracellulare ed Infiammazione, Messina
 
 
 
 
Gruppo di Ricerca
Salvatore Campo Coordinatore della ricerca scampo@unime.it
Alida Ferlazzo Coordinatore della ricerca aferlazzo@unime.it
Angela D'Ascola Coordinatore della ricerca adascola@unime.it

Affiliazioni
UniversitÓ di Messina
Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale
Policlinico Universitario, Torre biologica p.5, Via Consolare Valeria, 98125 Messina
UniversitÓ di Messina
Dipartimento di Scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali
Policlinico Universitario, Torre biologica p.5, Via Consolare Valeria, 98125 Messina
http://www.unime.it/

Base di partenza scientifica e obiettivi
L’attività svolta dal gruppo di ricerca è da sempre mirata allo studio fisiopatologico dei glicosaminoglicani nelle patologie più comuni nell’uomo ed in condizioni particolari, quali stress, e fatica negli animali. Sono stati messi a punto dei modelli patologici sperimentali nei roditori come cirrosi acuta, artrite reumatoide, fibrosi epatica e pancreatite in modo da studiare e valutare il ruolo dei glicosaminoglicani con la finalità di poter applicare questi studi sull’uomo. Il ruolo dei glicosaminoglicani e la loro attività antiossidante è stata studiata anche su colture cellulari di fibroblasti da cute umana, dove è stato valutato il ruolo e le interazioni con le metalloproteasi e loro inibitori naturali. E’ stata anche valutata l’azione diretta dei glicosaminoglicani su fattori di trascrizione come l’NF-kB e iniziatori dell’apoptosi come le caspasi. Altre ricerche sono state condotte per valutare l’aumento della sintesi di acido ialuronico in colture di fibroblasti dopo trattamento con alcuni fattori di crescita e citochine. E’ stata altresì valutata l’azione sinergica esercitata dallo stress ossidativo mediato dall’infiammazione. Sono stati anche eseguiti esperimenti atti a valutare la differente azione dell’acido ialuronico (HA), con differente peso molecolare, su cellule normali o trattate con agenti pro-infiammatori, in particolare la sua attività modulante su recettori come il CD44 ed i TLRs. Sono state anche studiate differenti vie di segnale innescate da citochine e/o le differenti azioni esercitate dall’ HA a bassissimo peso molecolare, derivante dalla degradazione dell’HA nativo, o dal trattamento con HA ad alto peso molecolare in modelli sperimentali di artrite in vitro ed in vivo. Diversi studi sono stati condotti allo scopo di valutare il coinvolgimento di piccoli frammenti di HA a peso molecolare noto nella diretta stimolazione dei recettori TLR-2, TLR-4 e CD44 con conseguente attivazione del meccanismo infiammatorio e danno cellulare. L’uso di anticorpi bloccanti e/o inibitori dell’espressione genica (siRNA) di questi recettori hanno permesso di chiarire alcuni aspetti della depolimerizzazione dell’HA nativo durante l’infiammazione. Anche l’uso sperimentale di ialuronidasi o inibitori di questi enzimi, così come antiossidanti e/o inibitori della produzione di radicali liberi, hanno permesso di definire alcuni aspetti dell’infiammazione legati alla degradazione dell’HA. L’uso di specifici chelanti dell’HA usati da soli o in combinazione con specifici agonisti del recettore A2A ha mostrato promettenti risultati nella riduzione dell’infiammazione stimolata da citochine pro-infiammatorie.
Progetti di ricerca

Sono in corso esperimenti atti a valutare il ruolo della SER-glicina nei processi neurodegenerativi e nell’artrite sperimentale. A chiarire il ruolo dei proteoglicani decorina e biglicano nei processi infiammatori della cartilagine. A studiare l’azione proinfiammatoria del biglicano in diversi tipi di colture cellulari. A studiare il ruolo e l’attività dei miRNA in cellule esposte ad agenti infiammatori derivati dalla cartilagine.

Servizi e strumentazione principale
Strumentazione di base del laboratorio Chimico e Biochimico - Sequenziatore – Incubatori PCR –PCR RealTime – Micromanipolatore – Elettroforesi capillare – Cappe a flusso – Incubatori CO2 – Lettore micropiastra – Lettori UV-VIS – Apparati per Western blot.

Pubblicazioni recenti
6-MER HYALURONAN OLIGOSACCHARIDES MODULATE NEUROINFLAMMATION AND ALPHA SYNUCLEIN EXPRESSION IN NEURON-LIKE SH-SY5Y CELLS - Scuruchi M, D'Ascola A, Avenoso A, Campana S, Abusamra YA, Spina E, Calatroni A, Campo GM, Campo S. - J Cell Biochem. May 11. doi: 10.1002/jcb.25595 ( 2016 )
INHIBITION OF SMALL HA FRAGMENT ACTIVITY AND STIMULATION OF A2A ADENOSINE RECEPTOR PATHWAY LIMIT APOPTOSIS AND REDUCE CARTILAGE DAMAGE IN EXPERIMENTAL ARTHRITIS - Campo GM, Micali A, Avenoso A, D'Ascola A, Scuruchi M, Pisani A, Bruschetta A, Calatroni A, Puzzolo D, Campo S. - Histochem Cell Biol. 143:531-43 ( 2015 )
BETA-ARRESTIN 1 IS INVOLVED IN THE CATABOLIC RESPONSE STIMULATED BY HYALURONAN DEGRADATION IN MOUSE CHONDROCYTES - Campo GM, Avenoso A, D'Ascola A, Scuruchi M, Calatroni A, Campo S. - Cell Tissue Res. 361:567-579 ( 2015 )

 
 
 
 
Visite totali: 175801
Ultimo aggiornamento del 08 gennaio 2017 alle ore 15:04
 
 
 
 
Print this page
 
SEDE SOCIALE
DIRETTIVO
STATUTO
VERBALI
ASSOCIARSI
Società Italiana per lo studio del Connettivo - 2008
Send an e-mail to Webmaster