LABORATORIO DI FLUIDODINAMICA NUMERICA E SPERIMENTALE

I problemi applicativi in fluidodinamica si studiano con approccio numerico e/o sperimentale: difficilmente le soluzioni analitiche si adattano alla complessità dei problemi affrontati nella ingegneria.
Se nel passato lo sviluppo di grandi laboratori sperimentali specialistici ha permesso di ottenere soluzioni per i più importanti problemi fluidodinamici di interesse industriale e ambientale, le possibilità messe a disposizione dal calcolo elettronico e gli sviluppi più recenti della analisi numerica hanno permesso di affrontare in termini numerici gli stessi problemi.
La sperimentazione, spesso riservata a casi test, svolge il ruolo di controllo e validazione dei risultati ottenuti con la simulazione numerica: il modello matematico va predisposto in relazione al particolare problema adottando ipotesi la cui consistenza può essere giudicata solo per confronto con test sperimentali.
La attività del Laboratorio è in atto da oltre un decennio durante i quali ha prodotto un insieme di conoscenze ed esperienze che hanno portato allo sviluppo di codici di calcolo per la simulazione di classi di fenomeni, alla elaborazione di tecniche di visualizzazione dei risultati numerici e sperimentali, alla esperienza nell'impiego di sofisticati strumenti di misura.

Laboratorio:
  Composizione e attrezzature
  Temi di ricerca   Pubblicazioni scientifiche   Codici di calcolo proprietari   Tesi e Diplomi   Attività per conto terzi

Partecipanti alle attività del laboratorio

Nome

Qualifica / ente

prof. ing. Mario Gallati

P.O. Dip. Ing. Idraulica e Ambientale

dr. ing. Stefano Sibilla P.A. Dip. Ing. Idraulica e Ambientale

dr. ing. Giovanni Braschi

R. Dip. Ing. Idraulica e Ambientale

dr. ing. Stefano Raboni Dottorando Dip. Ing. Idraulica e Ambientale

Partecipano alle attività anche i tesisti, in media in numero di 3.

Attrezzature e strumentazioni

Per quanto riguarda le apparecchiature di misura, il Laboratorio utilizza le attrezzature disponibili presso il Laboratorio di Idraulica del Dipartimento, ed in particolare:
- tunnel idrodinamico con possibilità di funzionamento in depressione;
- anemometro laser monocomponente per misure di velocità e analisi della turbolenza, con dispositivo di brandeggio a controllo numerico per misure automatiche;
- anemometro ad ultrasuoni per misure 3D di velocità locali;
- mulinello idraulico per misure di velocità in campagna;
- PC per l'acquisizione digitale e l'analisi spettrale dei segnali;
- telecamera e apparecchiature fotografiche;
- termocoppie di precisione
- sorgenti termiche controllate elettricamente.
Per quanto riguarda la strumentazione informatica e di calcolo, il Laboratorio dispone delle seguenti risorse:
- n.8 PC + periferiche
- n.1 workstation Silicon Graphics
- accesso ai grandi calcolatori multiprocessore del CILEA di Segrate.

Temi di ricerca

TR1 - Propagazione di onde di piena, fronti ripidi e sommersione di alvei naturali
TR2 - Sommersione di aree urbanizzate e di campagna a seguito di eventi catastrofici
TR3 - Problemi di interazione fluido-struttura
TR4 - Dinamica delle acque sotterranee
TR5 - Analisi di problemi di emodinamica cardiaca
TR6 - Flussi in problemi di geofisica
TR7 - Dinamica dei letti fluviali
TR8 - Smoothed Particle Hydrodynamics (SPH)
TR9 - Studio del processo di estrusione dell'alluminio a caldo
TR10 - Studio di scie turbolente non stazionarie
TR11 - Dinamica della turbolenza
TR12 - Effetti aerodinamici indotti da treni in galleria

TR1 - Propagazione di onde di piena, fronti ripidi e sommersione di alvei naturali Questa linea di ricerca è stata sviluppata per rispondere alla esigenza tecnica di valutare la sommersione di alvei naturali conseguente alla ipotetica rottura di sbarramenti con le complicazioni topografiche tipiche dell'ambiente alpino. Un esperimento a scala reale ha permesso di validare i modelli sviluppati per lo scopo.

Analoghe esigenze sulla definizione delle fasce di allagamento fluviali hanno portato allo sviluppo degli appropriati codici di calcolo capaci di simulare l'effetto delle varie opere idrauliche sulla corrente.
Finalmente si sono studiate le procedure per estendere lateralmente i risultati ottenuti con la simulazione 1D sfruttando la informazione presente sulle mappe topografiche.

Lavori scientifici

P16, P17, P18, P19

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

ALNA, MOP, MOV, MOVY, MAPR

elenco software

Tesi

T9, T12

elenco tesi

Lavori conto terzi

CT1, CT6, CT8, CT11, CT14, CT16, CT18, CT19, CT20, CT22, CT23, CT24, CT25, CT26, CT27, CT28

elenco lavori

TR2 - Sommersione di aree urbanizzate e di campagna a seguito di eventi catastrofici Questi studi completano quelli precedenti per permettere la simulazione di flussi in campo bidimensionale.
Si sono studiati i metodi appropriati per simulare i casi di flusso impulsivo e rapidamente variato quali si verificano in prossimità di brecce arginali, e quelli di allagamento graduale di ampie regioni in cui il fenomeno è controllato dalla topografia e dalla scabrezza del fondo.(esempi relativi ad aree rurali)

I codici di calcolo prodotti sono stati validati con esperimenti di laboratorio.
Nel caso speciale degli allagamenti urbani l'ambiente cittadino può essere schematizzato, a grande scala, come un continuo bidimensionale oppure, a piccola scala, attraverso una rete di canali che si sviluppa in corrispondenza delle strade cittadine.

Lavori scientifici

P3, P5, P6, P9, P10, P11, P12, P15, P23, P24, P49

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

ABA, FR2D, UR2D, URC2D

elenco software

Lavori conto terzi

CT2, CT13, CT15, CT17, CT29

elenco lavori

TR3 - Problemi di interazione fluido-struttura Questo tema è stato sviluppato per approfondire alcune questioni emerse nel corso di ricerche condotte per conto dell'ENEL-CRIS sull'impatto del vento contro torri di raffreddamento.
L'argomento ha richiesto una attività sperimentale condotta sul tunnel idrodinamico attraverso cui si sono misurati valori fluttuanti di velocità e di pressione nell'intorno di cilindri variamente disposti rispetto alla corrente.

Questi campi sono stati poi simulati numericamente sia con tecniche tradizionali, utilizzando codici commerciali (l'argomento è stato oggetto di una tesi di dottorato), sia sperimentando le possibilità del più innovativo metodo dei vortici con codici sviluppati all'uopo presso il Laboratorio.
Una altra attività attualmente in corso riguarda la simulazione del funzionamento di una valvola per soppressione del colpo d'ariete basata sulla deformazione di una parte elastica. In questo caso occorre simulare simultaneamente il campo di flusso e la conseguente deformazione della struttura che ne delimita i bordi. Questa ricerca è condotta insieme allo I.A.N. per conto della ditta Grove.

Infine, attraverso una collaborazione con l’Aermacchi, si è studiato numericamente l’effetto della deformazione aeroelastica statica di un ala di aeroplano sul le caratteristiche del flusso transonico incidente. In particolare, si è integrato ad un solutore delle equazioni di Eulero un modulo per calcolare la deformazione dell’ala secondo un numero finito di forme modali. E’ in corso di sviluppo anche l’estensione del codice ottenuto agli effetti viscosi nello strato limite.

Lavori scientifici

P20, P21, P22, P25, P26, P27, P28, P29, P30, P36, P37, P50, P62

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

TURBO, VL, VLE, SPHXZ, SPHSW

elenco software

Tesi

T1, T2, T3, T4, T5, T6, T7, T8, T10, T15, T16, T17, T20, TD2, TD6

elenco tesi

Lavori conto terzi

CT4, CT5, CT9, CT12, CT30, CT33

elenco lavori

TR4 - Dinamica delle acque sotterranee Il problema principale riguarda la simulazione della evoluzione della superficie piezometrica in falde acquifere stratificate in risposta a emungimenti in presenza di sorgenti di ricarica.
I codici di calcolo preparati per queste simulazioni sono stati impiegati in studi effettuati per conto terzi e a scopo di ricerca: essi sono stati presi come base per valutare la dispersione idrodinamica di inquinanti nelle falde nel corso di una tesi di dottorato.

È stato oggetto di studio anche la evoluzione del fronte di saturazione nel terreno a seguito della rottura di una tubazione: il modello matematico non convenzionale escogitato per simulare questo fenomeno è stato validato con apposite esperienze di laboratorio.

Lavori scientifici

P1, P4

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

ELY, ELYT, ELYFM, GRWT

elenco software

Tesi

TD1

elenco tesi

Lavori conto terzi

CT3, CT10, CT21

elenco lavori

TR5 - Analisi di problemi di emodinamica cardiaca È in atto da vari anni una collaborazione con ricercatori del Policlinico S.Matteo allo scopo di valutare quantitativamente la entità dei rigurgiti valvolari in base alle immagini Color Doppler. Dopo avere interpretato idraulicamente il fenomeno nella zona di convergenza del flusso a monte della valvola incontinente, sono state effettuate prove su un modello fisico per valutare l'interferenza del flusso aortico e gli effetti della area del foro.

I risultati sperimentali tratti dal modello fisico sono stati poi riprodotti con simulazione 3D, utilizzando codici commerciali disponibili presso il Cilea.

Lavori scientifici

P7, P8, P14

elenco pubblicazioni

TR6 - Flussi in problemi di geofisica È tema tradizionale di questo Laboratorio lo studio dei flussi turbolenti, sia attraverso la simulazione numerica (sperimentando diversi modelli per gli sforzi turbolenti) che attraverso l'indagine sperimentale (impiegando tecniche di visualizzazione e di misura laser anemometrica). Contestualmente si è sviluppata una tecnica di lettura quantitativa delle immagini acquisite negli esperimenti di visualizzazione, sfruttando le relative mappe digitali in base all'intensità delle componenti cromatiche.

È attualmente in atto una linea di studio sulla dinamica dei moti di masse d'aria in valli alpine prodotti da effetti termici e morfologici e delle correnti convettive corrispondenti alle isole termiche cittadine in presenza di un vento di sfondo. A questa attività è stato affiancato lo studio sperimentale e numerico della convezione libera entro una cavità trapezoidale contenente acqua ed avente pareti laterali a temperatura costante.

È stata inoltre recentemente avviata una linea di ricerca concernente lo studio sperimentale e numerico di getti verticali (per differenti temperature del getto e differenti condizioni termiche dell'ambiente entro il quale il getto viene scaricato), finalizzato alla modellazione di processi di dispersione di sostanze inquinanti nell'atmosfera.

A scala maggiore è allo studio la possibilità di simulare la dinamica delle atmosfere planetarie nel tentativo di interpretare alcune variazioni osservate nella atmosfera di Giove.

Lavori scientifici

P32, P40, P41, P42, P43, P54, P55, P56, P60

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

SPHXZ

elenco software

Tesi

T14, T18, T23, TD3

elenco tesi

TR7 -Dinamica dei letti fluviali Lo studio del Ticino nella zona di Bereguardo, effettuato per conto della Provincia di Pavia, ha posto numerosi problemi in ordine alla risposta del letto fluviale a possibili interventi di regolarizzazione. Su questi temi è iniziata una attività di studio (argomento di una tesi di dottorato) che si propone di valutare le caratteristiche di tale risposta attraverso misure dirette, la modellazione di laboratorio e, possibilmente, la modellazione matematica.

Una prima fase di questo studio, realizzata nel corso di una tesi di laurea, fa ritenere che la tecnica sia promettente dal punto di vista della ingegneria, almeno a certe scale.

Lavori scientifici

P13

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

MORFO

elenco software

Tesi

T11, T13, T24, T25, T26

elenco tesi

Lavori conto terzi

CT15

elenco lavori

TR8 - Smoothed Particle Hydrodynamics (SPH) La Smoothed Particle Hydrodynamics (SPH) è stata sviluppata negli anni 80'-90' per la simulazione di problemi astrofisici e più recentemente è stata proposta per trattare problemi di termofluidodinamica. Con questa tecnica il continuo materiale viene discretizzato con pseudoparticelle sfumate (smoothed) che in un'ottica lagrangiana si muovono lungo la loro traiettoria, ubbidendo ai vincoli di continuità e di equilibrio dinamico. Questi vincoli sono tradotti dalle corrispondenti equazioni differenziali numericamente discretizzate sulla base dell'informazione estratta dalla distribuzione irregolare di particelle, tramite appropriate tecniche di interpolazione ( kernel interpolation) . Presso il Laboratorio è in corso di sperimentazioni la tecnica SPH per risolvere problemi nel campo dell'ingegneria idraulica:

- simulazioni 2D di flussi liquidi a superficie libera in condizioni di moto vario rapidamente variato (esempi);
- simulazioni 2D del risalto idraulico;

- simulazioni 1D e 2D di flussi liquidi a superficie libera nell'approssimazione delle acque poco profonde (esempi);

- simulazioni 2D delle correnti di densità.

Lavori scientifici

P38, P39, P46, P51, P52, P56, P60, P63, P64

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

SPHXZ, SPHSW, SPHMF

elenco software

Tesi

T15, T16, T19, T20, T23, T25, T26, T28, TD4, TD6, TD7

elenco tesi

Lavori conto terzi

CT32

elenco lavori

http://charon.nmsu.edu/~maddison/misc/sph.html

TR9 - Studio del processo di estrusione dell'alluminio a caldo In collaborazione con un'industria di produzione di tubi e profilati in alluminio, è in corso una ricerca volta alla simulazione e alla comprensione del flusso dell'alluminio plastico durante il processo di estrusione a caldo. Durante tale processo, il comportamento dell'alluminio (o di una lega d'alluminio) può essere assimilato a quello di un fluido non Newtoniano, la cui viscosità dipende, con legge fortemente non lineare, dalla velocità di deformazione, dalla deformazione locale e dalla temperatura. Si sta svolgendo una campagna di simulazioni e prove sperimentali, su matrici di estrusione a ponte e di tipo "porthole", allo scopo di stabilire una correlazione tra le caratteristiche fluidodinamiche del flusso durante l'estrusione (valori locali di velocità, sforzo tangenziale, pressione e temperatura) e le caratteristiche tecnologiche e meccaniche del profilato estruso.

Lavori scientifici

P35, P44, P58, P59

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

FLOMIX

elenco software

Lavori conto terzi

CT31, CT34

elenco lavori

TR10 – Studio di scie turbolente non stazionarie Si è recentemente ripreso il tema, già affrontato in precedenza, della simulazione numerica di correnti turbolente bidimensionali ad elevati numeri di Reynolds attraverso metodi Lagrangiani a vortici discreti. Queste tecniche sono applicate allo studio di flussi rotazionali non stazionari e consentono di affrontarne la simulazione con un impegno di calcolo molto più ridotto dei tradizionali metodi Euleriani, rimuovendo nel contempo le limitazioni legate alla risoluzione e all'estensione della griglia di calcolo. L'applicazione a tali tecniche di algoritmi, nati in ambito astrofisico, per la soluzione delle interazioni tra i vortici, ha reso possibile un notevole miglioramento dell'efficienza delle simulazioni.

Sono attualmente allo studio gli effetti del confinamento delle pareti sulla scia di uno o più cilindri affiancati e l’interazione tra le scie generate da lastre piane perpendicolari alla corrente.

Codici di calcolo proprietari

VCC

elenco software

Tesi

T22

elenco tesi

TR11 – Dinamica della turbolenza Si sono svolte, in collaborazione con il Politecnico di Milano, attività di ricerca relative alla simulazione diretta di correnti turbolente confinate a bassi numeri di Reynolds. Tali simulazioni consentono di realizzare "esperimenti numerici" in cui la corrente turbolenta viene risolta a tutte le scale significative, consentendo di evitare il ricorso a modelli degli sforzi turbolenti. La conoscenza delle grandezze fluidodinamiche in ogni punto del dominio di calcolo permette, inoltre, l'analisi del campo di moto con tecniche di difficile applicazione in campo sperimentale: in particolare, è allo studio l'applicazione di tecniche di identificazione delle strutture vorticose di parete alle correnti simulate. Le simulazioni sono state condotte in particolare su correnti turbolente in presenza di oscillazioni della parete e su correnti turbolente di soluzioni polimeriche a bassa concentrazione: entrambe le correnti presentano una notevole riduzione della resistenza d'attrito rispetto ai corrispondenti casi canonici e consentono di studiare in dettaglio le modifiche occorse nella dinamica delle strutture vorticose.

Lavori scientifici

P31, P33, P34, P45, P48, P61

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

TURBO, POLYMER

elenco software

Tesi

T21

elenco tesi

TR12 – Effetti aerodinamici indotti da treni in galleria La propagazione delle onde di pressione indotte dall’ingresso di treni in galleria e i fenomeni di convezione derivati sono stati studiati per mezzo di un codice di calcolo ai volumi finiti. Questa attività, estesa oggi anche all’analisi della propagazione di fumi in galleria in caso di incendio, è svolta in collaborazione con il Politecnico di Milano presso cui è stato originariamente sviluppato il codice di calcolo utilizzato.

Lavori scientifici

P47, P53, P57

elenco pubblicazioni

Codici di calcolo proprietari

TNT-PV

elenco software

Elenco cronologico delle pubblicazioni dal 1980

Elenco cronologico delle Tesi dal 1990

Elenco cronologico delle attività conto terzi

rif

committente

lavoro

anno

CT1

ELC Electroconsult
Milano

Centrale termica di Cassano d’Adda – Studio idraulico dell’opera di presa – Simulazioni numeriche

1986

CT2

ENEL-CRIS
Milano

Sommersione della piana di Priolo Gargallo prodotta dalla ipotizzata rottura del serbatoio superiore dell'Anapo (figura)

1989

CT3

E.CONSULT s.r.l
Rimini

Effetti del prelievo d'acqua dal subalveo del fiume Marecchia

1990

CT4

S.I.O. s.r.l.
Milano

Campo di moto indotto da un getto liquido immesso sotto battente in una vasca a sezione rettangolare

1991

CT5

ENEL-CRIS
Milano

Sperimentazione di codici di calcolo commerciali per la simulazione del moto turbolento di fluidi interagenti con opere di ingegneria civile

1992

CT6

ITALCEMENTI Ingegneria spa
Bergamo

Calcoli previsti dalla Circ. Min. LL.PP. n352 del 4-12-87: apertura degli scarichi e ipotesi di rottura dello sbarramento – Dighe di Ponte Acqua, Cassiglio, Alto Mora

1991
1992

CT7

WHIRLPOOL Italia
Varese

Rilevazione mediante LDA della distribuzione di velocità sulla sezione di uscita del tubo di Venturi e calcolo della portata

1994

CT8

ECOPLAN spa
Torino

Modello numerico di Stura e Tanaro tra Asti e Marene. Verifiche idrauliche degli effetti prodotti dal previsto tracciato autostradale

1995

CT9

ENEL-CRIS
Milano

Studio della azione del vento su grandi strutture con codici di calcolo di fluidodinamica

1994

CT10

AMIR spa
Rimini

Analisi dei dati relativi alle prove di emungimento effettuate sull'opera di captazione nell'alveo del Marecchia

1996

CT11

ECOPLAN spa
Torino

Studio idraulico dei profili di corrente nello Stura di Demonte nel tronco Cuneo-Montanera in relazione al collegamento stradale Asti-Cuneo

1997

CT12

ENEL-CRIS
Milano

Simulazione di correnti turbolente a superficie libera nelle opere idrauliche di presa e di scarico al fine di controllarne le perdite di carico

1997

CT13

Regione PIEMONTE
Torino

Caratterizzazione delle condizioni di rischio idraulico nella piana di Santena (figura)

1998

CT14

Consorzio Parco Lombardo della valle del Ticino
Magenta

Studio idraulico per la delimitazione delle fasce fluviali del Ticino tra il lago Maggiore e il Po

1998

CT15

Provincia di PAVIA

Studio idraulico del fiume Ticino nel tratto del ponte in barche di Bereguardo in relazione alle opere previste per la sua ristrutturazione (figura)

1998

CT16

ECOPLAN spa
Torino

Studio idraulico dei profili di corrente nel Tanaro in corrispondenza degli attraversamenti Tanaro1 (Govone) e Tanaro3 (Cherasco) previsti dal collegamento A6-A21 (Asti-Cuneo)

1998

CT17

Comune di
CASSANO SPINOLA (AL)

Studio idraulico del torrente Scrivia nel tratto compreso tra il ponte di Cassano Spinola e il ponte di Villalvernia in relazione alla delimitazione delle fasce fluviali (figura)

1999

CT18

Provincia di VARESE

Piano di previsione e di prevenzione di protezione civile - Rischio idraulico e rischio dighe- Relazione tematica D - Mappatura delle aree inondabili

1998
1999

CT19

ECOPLAN spa
Torino

Studio idraulico dei profili di massima piena nello Stura di Demonte in corrispondenza del tratto Cuneo - Montanera del collegamento stradale A6-A21 (Asti-Cuneo)

1999

CT20

ECOPLAN spa
Torino

Ulteriori verifiche idrauliche dei profili di massima piena nel Tanaro

1999

CT21

ACAOP
Stradella (PV)

Studio sulle possibilità di sfruttamento della falda idrica nell'area compresa tra i comuni di Genzone, Inverno e Monteleone, e Gerenzago

1999

CT22

ECOPLAN spa
Torino

Rifacimento della taratura del modello idraulico del Tanaro tra Asti e Marene e verifiche idrauliche dei profili di riempimento nel Tanaro con varie soluzioni progettuali e diverse portate di riferimento

1999

CT23

Nord Milano Consult srl
Busto Arsizio

Modifiche sui profili di riempimento del fiume Olona indotte dal rifacimento del ponte di via C.Colombo in Fagnano O.

1999

CT24

Nord Milano Consult srl
Busto Arsizio

Modifiche sui profili di riempimento del fiume Arno in comune di Cavaria indotte da interventi sull’alveo.

2000

CT25

ECOPLAN spa
Torino

Simulazione dei profili di riempimento nello Stura e nel tanaro in condizioni varie

2000

CT26

Nord Milano Consult srl
Busto Arsizio

Modifiche sui profili di riempimento del fiume Olona indotte dalla riattivazione della Roggia Molinara in Fagnano O.

2000

CT27

Montgomery Watson s.p.a.
Milano

Simulazioni numeriche nell’ambito del Piano Stralcio di Bacino per l"assetto Idrogeologico – Autorità di Bacino regionale Sinistra Sele – Regione Campania

2001

CT28

Provincia di ALESSANDRIA

Analisi critica del progetto integrativo al Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) adottato dall’Autorità di Bacino del fiume Po con deliberazione n.19/2001 del 26-4-2001

2001

CT29

Autorità di Bacino del fiume Po
Parma

Definizione di scenari di inondazione a seguito di rotta arginale mediante impiego di un modello numerico 2D nell’area in sinistra Po, tra la confluenza del Ticino e Adda

2001

CT30

DRESSER Italia s.r.l.
Voghera (PV)

Studio della dinamica del sistema "Grove-Arcron 1000 Surge Relief System"

2001
2002

CT31

AROTUBI Trafilerie s.p.a.
Valmorea (CO)

Simulazioni numeriche del processo di estrusione dell’alluminio e sue leghe nelle diverse condizioni operative

2001
2002

CT32

Dipartimento per i Servizi Tecnici Nazionali
Servizio Nazionale Dighe

Modellazione numerica con tecnica SPH del campo di moto nella zona di impatto (near field) delle onde d’impulso generate da frane o slavine nei serbatoi artificiali

2002

CT33

AERMACCHI s.p.a. Venegono Sup. (VA)

Implementazione di un modello di turbolenza con wall functions nel codice NS67AE per l’analisi aeroelastica statica

2002

CT34

AROTUBI Trafilerie s.p.a.
Valmorea (CO)

Studio dell’influenza della deformazione della matrice sul processo di estrusione di tubi in alluminio e leghe d’alluminio

2003

Elenco software proprietario

Modellazione di flussi sotterranei

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

ELY

moti di filtrazione nel piano verticale in dominio fisso

FDM 2D

ELYT

moti di filtrazione in falde freatiche/confinate

FVM 2D

ELYFM

moti di filtrazione con frontiera mobile (inseguimento automatico)

FDM 2D

GRWT

moti di filtrazione in falde freatiche/confinate

FEM 2D

Modellazione di flussi turbolenti

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

TURBO

flussi turbolenti con i principali modelli degli sforzi turbolenti

FDM 2D

POLYMER

Simulazione diretta di flussi turbolenti di soluzioni polimeriche

FDM 3D

Modellazione di flussi subcritici con superficie libera in acque poco profonde

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

ABA

problemi di shallow water

FDM/FEM 2D

Modellazione di flussi transcritici a seguito di eventi catastrofici

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

ALNA

propagazione 1D di fronti ripidi in alvei naturali e artificiali

PFP 1D

FR2D

propagazione 2D di fronti ripidi in aree naturali

PFP 2D

Modellazione di allagamenti in centri urbani o aree rurali

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

UR2D

dinamica della sommersione a seguito di eventi catastrofici

FDM 2D

URC2D

dinamica della sommersione a seguito di eventi catastrofici

rete di canali 2D

Modellazione della dinamica fluviale

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

MOP

moto permanente in asta fluviale con discontinuità

1D

MOV

moto vario in asta fluviale con discontinuità

1D

MOVY

moto vario in aste fluviali semplicemente connesse

1D ramificato

MAPR

mappatura su raster delle fasce fluviali a partire dai risultati

1D

MORFO

cambiamenti morfologici del letto a scala locale

FDM 2D

Modellazione di moti turbolenti con il metodo dei vortici (VM)

codice

Campo di applicazione

Schema/dimensioni

VL

metodo dei vortici su campo indefinito - lagrangiano

VM 2D

VLE

metodo dei vortici su campo indefinito - lagrangiano+euleriano

VM 2D

VCC

metodo dei vortici su campo confinato lagrangiano/euleriano

VM 2D

Modellazione di flussi complessi con la tecnica SPH


Campo di applicazione

Schema/dimensioni

SPHXZ

flussi, fronti ripidi, shocks nel piano verticale

SPH 2D

SPHSW

flussi, fronti ripidi, shocks nel piano orizzontale (shallow water)

SPH 2D

SPHMF

flussi multifase

SPH 2D

Modellazione di flussi di fluidi non-Newtoniani


Campo di applicazione

Schema/dimensioni

FLOMIX

Simulazioni di flussi di polimeri e metalli plastici in sistemi industriali

FVM 3D

Modellazione di flussi comprimibili in condotti


Campo di applicazione

Schema/dimensioni

TNT-PV

Simulazioni di flussi comprimibili in gallerie ferroviarie

FVM 1D