Dinamica dei moti di masse d’aria in valli alpine prodotti da effetti termici e morfologici

Nell’ambito di questo filone di ricerca, sono state effettuate numerose simulazioni numeriche della termoconvezione entro sezioni trasversali di valli idealizzate, per differenti condizioni di scambio termico tra atmosfera e suolo (fondo e sponde della valle).


Figura 1.
Sviluppo di celle convettive per effetto dello scambio di calore tra atmosfera e suolo.
Campi cinematici simulati, dopo 1 e 3 ore dall’avvio del riscaldamento,
per flusso di calore costante sulle sponde e sul fondo della valle.

 

 

Figura 2.
Processo di distruzione dell’inversione termica notturna ("nocturnal inversion brake-up"). Profili verticali di temperatura nella regione centrale della cavità
dopo 1, 2, 3 ore dall’avvio del riscaldamento (nelle stesse condizioni di Figura 1).

 

 

Figura 3.
Convezione libera dovuta al riscaldamento differenziale delle sponde di una valle.
Profili di vento di pendio sulla sponda riscaldata dal sole ("up-slope wind"), dopo 3 ore dall’avvio del riscaldamento di una sponda e per differenti domini di calcolo.