Home Società Atlante Pubblicazioni Conservazione Link e immagini
Aree di rilevanza erpetologica nazionale (A.R.E.N.)

 

Presentazione di domanda di istituzione di una nuova Area di Rilevanza Erpetologica o di mantenimento di una vecchia Area di Rilevanza Erpetologica Nazionale

Modulo di segnalazione per le A.R.E.N  -  (Istruzioni per la compilazione)


LE NUOVE ARE

Tra le diverse segnalazioni di ARE pervenute la Commissione Conservazione ha valutato positivamente 39 segnalazioni di nuove ARE e 19 di vecchie per le quali vi è stato l’interesse di soci a farsene carco in qualità di referenti. Le ARE sono state suddivise in categorie, sulla base di quanto già discusso e approvato nelle precedenti assemblee (in particolare quella di Firenze di febbraio 2014), dando maggiore priorità ai siti privi di particolari meccanismi di protezione e a quelle con le specie più minacciate, in base ai punteggi stabiliti nella riunione della commissione conservazione del 2013. Per tutte le ARE è stato stilato un elenco completo con i recapiti dei referenti e già indicate alcune delle azioni che sarebbe utile intraprendere a breve termine per una fattiva conservazione dell’area. Si auspica che ciò faciliti un contatto agevolato con chi è interessato in prima persona a livello locale alla tutela dell’area consentendo così alla S.H.I di avere sempre un quadro aggiornato e una presenza ramificata su tutto il territorio nazionale.

Elenco aggiornato delle nuove ARE 2016

 

(*) richiesta integrazione sulla scheda di segnalazione inviata per dato mancante.
1. Regione Puglia, BARI, CONVERSANO, Stagni di Conversano
  • 6 ha distribuiti in 10 stagni alt. 138-218 m
  • Codice attribuito: ITA001PUG001
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva Naturale Erpetologica Regionale
  • Socio referente: Sandro Frisenda Sezione SHI Puglia
  • Motivazione: unico esempio di biocenosi di ambiente umido ad uno stato abbastanza naturale nell'intero territorio della subregione murgiana; prima riserva naturale italiana espressamente ideata per la salvaguardia dell'erpetofauna.
2. Regione Puglia, BARI, CASTELLANA GROTTE, Canale di Pirro, Masseria Torricella
  • 50 mq / area di rispetto 1 ha alt. 308 m
  • Codice attribuito: ITA002PUG002
  • Tipo di salvaguardia esistente: proprietà privata
  • Socio referente: Giovanni Scillitani Sezione SHI Puglia
  • Motivazione: unico sito in un vasto territorio con sintopia tritone crestato-tritone italico-raganella italiana e rarissimo sito riproduttivo di tritone crestato e raganella italiana nella provincia.
3. Regione Liguria, GENOVA, VOBBIA, Rio di Busti
  • 100 ha alt. 400-500 m
  • Codice attribuito: ITA003LIG001
  • Socio referente: Sebastiano Salvidio
  • Motivazione: torrente appenninico in buono stato di conservazione con popolazioni di Anfibi di notevole interesse.
4. Regione Liguria, GENOVA, REZZOAGLIO, Foresta Demaniale Lame
  • 250 ha alt. 1300-1500 m
  • Codice attribuito: ITA004LIG002
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva Naturale Regionale / Sito SIC
  • Socio referente: Nicoletta Ancona
  • Motivazione: area particolarmente interessante naturalisticamente e per quanto riguarda l'erpetofauna, soprattutto per gli Anfibi con tre specie di tritoni in sintopia e una grossa popolazione di Rana temporaria in Appennino.
5. Regione Liguria, SAVONA, NOLI e VARIGOTTI, Capo Noli
  • 300 ha alt. 0-250 m
  • Codice attribuito: ITA005LI003
  • Tipo di salvaguardia esistente: Parco Naturale Regionale / Sito SIC
  • Socio referente: Sebastiano Salvidio
  • Motivazione: presenza di endemismi vegetali e di specie di Anfibi e Rettili ad areale W-Mediterraneo assenti da tutte le altre Regioni.
6. Regione Liguria, SAVONA, ALBENGA, Isola Gallinara
  • 10 ha alt. 0-90 m
  • Codice attribuito: ITA006LIG004
  • Tipo di salvaguardia esistente: Sito SIC
  • Socio referente: Sebastiano Salvidio
  • Motivazione: isola di notevole bellezza molto ben conservata e con tipica macchia mediterranea con leccio e pino d'aleppo e cenosi rupestri.
7. Regione Liguria, LA SPEZIA, PORTOVENERE, Isole del Tino e del Tinetto
  • 12 ha alt. 0-90 m
  • Codice attribuito: ITA007LIG005
  • Tipo di salvaguardia esistente: Sito SIC
  • Socio referente: Sebastiano Salvidio
  • Motivazione: la popolazione di tarantolino studiata da Camerano e da Delagerre & Dubois (1985) è considerata prioritaria dal Consiglio d'Europa (Racc. n. 26 del 6.12.1991).
8. Regione Lombardia, VARESE, SOMMA LOMBARDO e ARSAGO SEPRIO, Brughiera del Ticino
  • 200 ha alt. 280-330 m
  • Codice attribuito: ITA008LOM001
  • Tipo di salvaguardia esistente: Parco Naturale Regionale / Sito SIC
  • Socio referente: Augusto Gentilli & Stefano Scali Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: importante popolazione di Pelobates fuscus insubricus in una situazione ambientale con limitati fattori di minaccia.
    NOTE: Riconoscimento già avvenuto con lettera 2/97 CC del 18.2.1997; targa già assegnata.
9. Regione Lombardia, CREMONA, TORRICELLA DEL PIZZO e MOTTA BALUFFI, Golena del Po
  • 150 ha alt. 30-35 m
  • Codice attribuito: ITA009LOM002
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva Naturale / Sito SIN
  • Socio referente: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: importante popolazione di Pelobates fuscus insubricus e sintopia con una ricca cenosi erpetologica (ben 17 specie).
10. Regione Abruzzo, CHIETI, ROSELLO, Abetina di Rosello
  • 200 ha alt. 800-1179 m
  • Codice attribuito: ITA010ABR001
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva Naturale / Sito SIC
  • Socio referente: Mario Pellegrini Sezione SHI Abruzzo
  • Motivazione: una delle riserve naturali più ricche faunisticamente e floristicamente nell'Appennino Centrale; grossa popolazione di Salamandrina terdigitata e sintopia di 9 specie di Anfibi.
11. Regione Abruzzo, CHIETI, FARA SAN MARTINO e PALOMBARO, Vallone del Fossato-Lavello
  • 500 ha alt. 350-700 m
  • Codice attribuito: ITA011ABR002
  • Tipo di salvaguardia esistente: Parco Nazionale Majella / Sito SIC
  • Socio referente: Mario Pellegrini Sezione SHI Abruzzo
  • Motivazione: una delle aree più selvagge e di difficile accesso della Majella, con la maggiore popolazione di Bombina pachypus conosciuta in Abruzzo.
12. Regione Abruzzo, CHIETI, PALENA, Faggeta della Forchetta
  • 300 ha alt. 1000-1160 m
  • Codice attribuito: ITA012ABR003
  • Tipo di salvaguardia esistente: Parco Nazionale Majella / Sito SIC
  • Socio referente: Mario Pellegrini Sezione SHI Abruzzo
  • Motivazione: una delle aree erpetologicamente più ricche in Abruzzo, con popolazioni molto numerose di Anfibi, anche interessanti come Salamandrina terdigitata, Salamandra s. gigliolii e Bombina pachypus.
13. Regione Liguria, IMPERIA, PIGNA, Boschi di Gouta
  • 100 ha alt. 900-1200 m
  • Codice attribuito: ITA013LIG006
  • Tipo di salvaguardia esistente: comunale
  • Socio referente: Sebastiano Salvidio
  • Motivazione: zona di grande interesse naturalistico, ambiente alpino a poca distanza dal Mar Ligure. Erpetofauna abbondante con ricche popolazioni di Speleomantes strinatii.
14. Regione Liguria, IMPERIA, VENTIMIGLIA e CAMPOROSSO, Ciaixe-Monte Fontana
  • 100 ha alt. 390-450 m
  • Codice attribuito: ITA014LIG007
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva Naturale Regionale / Sito SIC
  • Socio referente: Sebastiano Salvidio
  • Motivazione: zona di grande interesse geomorfologico e naturalistico. Presenza di Lucertola ocellata. Per questo il Consiglio d'Europa ne ha raccomandato la tutela specifica (racc. 26 del 6.12.1991).
15. Regione Abruzzo, PESCARA, FARINDOLA, Voltigno e Valle d'Angri
  • 500 ha alt. 450-1400 m
  • Codice attribuito: ITA015ABR004
  • tipo di salvaguardia esistente: Parco Nazionale Gran Sasso-Laga / Sito SIC
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: uno dei territori del Parco del Gran Sasso più ricchi naturalisticamente con la maggiore popolazione conosciuta per l'Abruzzo (peraltro al limite meridionale di distribuzione) di Speleomantes italicus.
16. Regione Abruzzo, L'AQUILA, CASTEL DEL MONTE e ASSERGI, Campo Imperatore
  • 600 ha alt. 1100-2000 m
  • Codice attribuito: ITA016ABR005
  • Tipo di salvaguardia esistente: Parco Nazionale Gran Sasso-Laga / Sito SIC
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: habitat della maggiore popolazione italiana di Vipera ursinii.
17. Regione Lombardia, BERGAMO, SAN FELICE GAIANO, MONASTEROLO AL CASTELLO, Sponda sinistra del Lago d'Endine
  • 100 ha alt. 300-600 m
  • Codice attribuito: ITA017LOM003
  • Tipo di salvaguardia esistente: Area Rilevanza Ambientale
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: maggiore popolazione lombarda (e forse italiana) conosciuta di Bufo bufo (18.000 esemplari censiti nel 1999) e ricca associazione batracologica.
18. Regione Lombardia, BRESCIA, IDRO, Sponda sinistra del Lago d'Idro
  • 100 ha alt. 365-600 m
  • Codice attribuito: ITA018LOM004
  • Tipo di salvaguardia esistente: Area Rilevanza Ambientale
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: grossa popolazione di Bufo bufo (la seconda conosciuta in Lombardia, con 11.000 esemplari censiti nel 1999) e ricca associazione batracologica. Notevole interesse naturalistico soprattutto se rapportato alla generale povertà faunistica del territorio bresciano.
19. Regione Molise, CAMPOBASSO, CASACALENDA, Bosco di Casacalenda
  • (*) ha alt. m
  • Codice attribuito: ITA019MOL001
  • Tipo di salvaguardia esistente: Oasi di protezione LIPU
  • Socio referente: Carlo Meo Sezione SHI Molise
  • Motivazione: (*)
20. Regione Molise, ISERNIA, PESCOPENNATARO, Sorgenti del Rio Verde
  • 50 ha alt. 1100 m
  • Codice attribuito: ITA020MOL002
  • Tipo di salvaguardia esistente: Parco Comunale
  • Socio referente: Mario Pellegrini Sezione SHI Abruzzo
  • Motivazione: (*)
21. Regione Calabria, CROTONE, STRONGOLI, Foce del Fiume Neto
  • 515 ha alt. 0-4 m
  • Codice attribuito: ITA021CAL001
  • Tipo di salvaguardia esistente: oasi di protezione
  • Socio referente: Sandro Tripepi
  • Motivazione: uno degli ultimi ambienti umidi della Costa Jonica calabrese. Sito riproduttivo di Caretta caretta, di Emys orbicularis e Testudo hermanni.
22. Regione Calabria, COSENZA, FAGNANO CASTELLO, Laghi di Fagnano
  • 11 ha alt. 1002-1080 m
  • Codice attribuito: ITA022CAL002
  • Tipo di salvaguardia esistente: proposta di Parco naturale.
  • Socio referente: Sandro Tripepi
  • Motivazione: rarissimi esempi di laghetti naturali della Catena Costiera Calabrese.
23. Regione Calabria, COSENZA, FUSCALDO, Laghicello
  • 1 ha alt. 1135 m
  • Codice attribuito: ITA023CAL003
  • Tipo di salvaguardia esistente: proposta di Parco naturale
  • Socio referente: Sandro Tripepi
  • Motivazione: rarissimo esempio di laghetto naturale della Catena Costiera Calabrese. Habitat e sito riproduttivo di Triturus alpestris inexpectatus.
24. Regione Calabria, COSENZA/SAN LORENZO BELLIZZI/Pozze Boccatore-Bellizzi
  • 40 ha alt. 1200-1350 m
  • Codice attribuito: ITA024CAL004
  • Tipo di salvaguardia esistente: nel Parco Nazionale del Pollino
  • Socio referente: Sandro Tripepi
  • Motivazioni: popolazioni di Emys orbicularis a quote montane. Siti riproduttivi di Triturus carnifex e Bombina pachypus.
25. Regione Calabria, COSENZA, SIBARI, Foce del Fiume Crati
  • 191 ha alt. 0-12 m
  • Codice attribuito: ITA025CAL005
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva naturale orientata Statale
  • Socio referente: Sandro Tripepi
  • Motivazioni: popolazioni di Emys orbicularis
26. Regione Calabria, CATANZARO, Lago dell'Angitola
  • 875 ha alt. 5-165 m
  • Codice attribuito: ITA026CAL006
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva naturale orientata
  • Socio referente: Sandro Tripepi
  • Motivazioni: popolazioni di Emys orbicularis e Elaphe quatuorlineata.
27. Regione Piemonte, NOVARA, CAMERI, Boschi e risaie della Picchetta
  • 55 ha alt. 150-160 m
  • Codice attribuito: ITA027PIE001
  • Tipo di salvaguardia esistente: nel Parco naturale regionale Valle del Ticino
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazioni: habitat e siti riproduttivi della maggiore popolazione italiana di Pelobates fuscus insubricus.
28. Regione Lombardia, BERGAMO, TALEGGIO, Pizzino di Sottochiesa
  • 50 ha alt. 700-900 m
  • Codice attribuito: ITA030LOM005
  • Tipo di salvaguardia esistente: /
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi della popolazione lombarda più numerosa di Bombina variegata.
29. Regione Veneto, BELLUNO, CESIOMAGGIORE, Laghetti di Sant'Eustacchio
  • 5 ha alt. 600 m
  • Codice attribuito: ITA030VEN001
  • Tipo di salvaguardia esistente: /
  • Socio referente: Augusto Gentilli Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: la presenza sintopica di 10 specie di Anfibi e 6 di Rettili, nonché la contemporanea presenza di 3 specie di tritoni e tre di rane. Inoltre la presenza di Bombina variegata, specie in diminuzione in alcune porzioni del suo areale italiano, e il gran numero di esemplari delle diverse specie.
30. Regione Piemonte: TORINO, Chiaverano, Stagno Lago Sirio
  • 300 mq alt. 350 m
  • codice attribuito: ITA030PIE002
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Franco Andreone & Paolo Eusebio Bergò
  • Motivazione: sito riproduttivo principale di Pelobates fuscus insubricus
31. Regione Piemonte: TORINO, Cascinette d'Ivrea, Ex maceratoio canapa
  • 350 mq alt. 320 m
  • codice attribuito: ITA031PIE003
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Franco Andreone & Paolo Eusebio Bergò
  • Motivazione: sito riproduttivo principale di Pelobates fuscus insubricus
32. Regione Piemonte: TORINO, Ivrea, Stagno nuovo Villa Rebaudengo
  • 350 mq alt. 360 m
  • codice attribuito: ITA032PIE004
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Franco Andreone & Paolo Eusebio Bergò
  • Motivazione: sito riproduttivo principale di Pelobates fuscus insubricus
33. Regione Piemonte: TORINO, Bobbio Pellice, Val Pellice
  • sup. non stimata / alt. 1400-2000 m
  • codice attribuito: ITA033PIE005
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Franco Andreone & Paolo Eusebio Bergò
  • Motivazione: presenza di Salamandra lanzai
34. Regione Piemonte: TORINO, Crissolo, Val Po
  • sup. non stimata / alt. 1400-2000 m
  • codice attribuito: ITA034PIE006
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Franco Andreone & Paolo Eusebio Bergò
  • Motivazione: presenza di Salamandra lanzai
35. Regione Piemonte: TORINO, Praly, Val Germanasca
  • sup. non stimata / alt. 1400-2000 m
  • codice attribuito: ITA035PIE007
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Franco Andreone & Paolo Eusebio Bergò
  • Motivazione: presenza di Salamandra lanzai
36. Regione Lombardia: MILANO, Sesto San Giovanni, Parco Nord Milano
  • 10 ha / alt. 120 m
  • codice attribuito: ITA036LOM006
  • tipo di salvaguardia esistente: Parco di cintura metropolitana Regione Lombardia
  • Proposta su richiesta Guardie Ecologiche Volontarie Parco Nord Milano
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi della popolazione lombarda più numerosa di Bufo viridis; presenza di importante popolazione di Coronella austriaca.
37. Regione Lombardia: MILANO, Somaglia, Riserva di Monticchie
  • 25 ha / alt. 60 m
  • codice attribuito: ITA037LOM007
  • tipo di salvaguardia esistente: Riserva Naturale Regione Lombardia
  • Proposta su richiesta Comune di Somaglia & WWF Lombardia
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione di Rana latastei; presenza di importante popolazione di Lacerta bilineata.
38. Regione Emilia Romagna: MODENA, Nonantola, Parco di Villa Sorra
  • 10 ha / alt. 60 m
  • codice attribuito: ITA038EMI001
  • tipo di salvaguardia esistente: Parco storico di rilevanza ambientale e paesaggistica
  • Proposta su richiesta Comune di Nonantola
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione di Emys orbicularis; presenza di importante popolazione di Natrix tessellata.
39. Regione Emilia Romagna: MODENA, Nonantola, A.R.E. Torrazzuolo
  • 10 ha / alt. 60 m
  • codice attribuito: ITA039EMI002
  • tipo di salvaguardia esistente: Parco storico di rilevanza ambientale e paesaggistica
  • Proposta su richiesta Comune di Nonantola
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione di Emys orbicularis; presenza di importante popolazione di Natrix tessellata e dei due tritoni Triturus carnifex e T.vulgaris meridionalis
40. Regione Lombardia: MILANO, Villa d'Adda, Palude di Villa d'Adda
  • 5 ha / alt. 200 m
  • codice attribuito: ITA040LOM008
  • tipo di salvaguardia esistente: Parco Naturale Adda Nord
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione di Rana latastei; presenza di importante popolazione di Bufo bufo e Rana dalmatina.
41. Regione Lombardia: LECCO, Montevecchia, Stagni e canalette di Cà Soldato
  • 10 ha / alt. 200-400 m
  • codice attribuito: ITA041LOM009
  • tipo di salvaguardia esistente: Parco Naturale Montevecchia e Valle del Curone
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione di Salamandra s.salamandra in sintopia con Triturus carnifex, Rana latastei e Rana dalmatina. Possibile sintopia con Rana temporaria.
42. Regione Lombardia: LECCO, Oliveto Lario e Mandello Lario, Onno e Melgone
  • 20 ha / alt. 300-400 m
  • codice attribuito: ITA042LOM010
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione relitta di Bufo bufo (la maggiore per l'intero Lario).
43. Regione Lombardia: COMO, Sorico, sponda del Fiume Mera
  • 2 ha / alt. 300 m
  • codice attribuito: ITA043LOM011
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una grossa popolazione relitta di Bufo bufo (l'unica all'estremo nord del Lario). Tra le popolazioni più settentrionali di Hyla intermedia
44. Regione Lombardia: CREMONA, San Daniele Po, Bodri in Golena di Po
  • 20 ha / alt. 3-12 m
  • codice attribuito: ITA044LOM012
  • tipo di salvaguardia esistente: Monumento naturale Regione Lombardia
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una delle maggiori popolazioni relitte di Emys orbicularis; presenza di Pelobates fuscus insubricus
45. Regione Puglia: BRINDISI, Carovigno, Stagno costiero di Pantanagianni
  • 5 ha / alt. 1-3 m
  • codice attribuito: ITA045PUG003
  • tipo di salvaguardia esistente: nessuna / proprietà privata
  • Referente per la S.H.I.: Tiziano Fattizzo Sezione SHI Puglia
  • Motivazione: habitat e siti riproduttivi di una delle maggiori popolazioni relitte di Emys orbicularis in Puglia
46. Regione Lombardia: PAVIA, Brallo, Corbesassi
  • 2 ha / alt. 900-1100 m
  • codice attribuito: ITA046LOM013
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri & Alberto Dell'Acqua Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: uno dei principali siti lombardi di Speleomantes strinatii con popolazione numerosa e diffusa anche in ambienti epigei
47. Regione Lombardia: PAVIA, Brallo, Fosso della Carpegna
  • 5 ha / alt. 500 m
  • codice attribuito: ITA047LOM014
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: uno dei principali siti lombardi di Salamandrina terdigitata e Rana italica: tra le località al limite settentrionale dell'areale di queste specie.
48. Regione Lombardia: BRESCIA, Monno, Lago e Passo del Mortirolo
  • 20 ha / alt. 1300-1900 m
  • codice attribuito: ITA048LOM015
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: presenza di una numerosa popolazione di Vipera berus con individui prevalentemente melanici; presenza abbondante di Zootoca vivipara.
49. Regione Lombardia: SONDRIO, Tirano, Torbiera di Pian di Gembro
  • 10 ha / alt. 1100-1600 m
  • codice attribuito: ITA049LOM016
  • tipo di salvaguardia esistente: Riserva naturale
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: presenza di una numerosa popolazione di Triturus carnifex e Rana lessonae: limite settentrionale in Lombardia.
50. Regione Lombardia: CREMONA, Acquanegra, Sponde Canale di Cremona
  • 3 ha / alt. 25 m
  • codice attribuito: ITA050LOM017
  • tipo di salvaguardia esistente: proprietà Consorzio del Canale - limite Parco Naturale Adda Sud
  • Referente per la S.H.I.: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: presenza di popolazione vitale di Emys orbicularis; grossa popolazione di Podarcis sicula campestris al limite settentrionale del suo areale.
51. Regione Lombardia: LECCO, Maggio di Valsassina, Laghetti di Culmine San Pietro
  • 2 ha / alt. 1100-1270 m
  • codice attribuito: ITA051LOM018
  • tipo di salvaguardia esistente: proprietà privata
  • Referenti per la S.H.I.: Vincenzo Ferri & Raoul Manenti Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: presenza della popolazione conosciuta più occidentale italiana di Bombina variegata
52. Regione Lombardia: PAVIA, Ponte Nizza, Monte Calcinera
  • 15 ha / alt. 300-700 m
  • codice attribuito: ITA052LOM019
  • tipo di salvaguardia esistente: /
  • Referenti per la S.H.I.: Vincenzo Ferri & Giancarlo Baggio Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: uno dei principali siti lombardi di Coronella girondica e Chalcides chalcides con popolazioni numerose e diffuse. Limite settentrionale dell'areale per le stesse specie. Importante comunità ofidiologica.
53. Regione Lombardia, MANTOVA, Marmirolo, Bosco Fontana
 
  • 233 ha alt. 25 m
  • Codice attribuito: ITA053LOM020
  • Tipo di salvaguardia esistente: Riserva Statale gestita dal Corpo Forestale dello Stato
  • Socio referente: Augusto Gentilli Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: Ricchissima comunità di serpenti con presenza di individui di grosse dimensioni. Buona popolazione di Rana latastei.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 19.06.2002 54.
54. Regione Lombardia, VARESE, Cuasso al Monte, Torbiera di Cavagnano
  •  2 ha circa - alt. 516 m
  • Codice attribuito: ITA054LOM021
  • Tipo di salvaguardia esistente: /
  • Socio referente: Gianluca Danini Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: la presenza sintopica di 9 specie di Anfibi e 6 di Rettili, nonché la contemporanea presenza di tre rane rosse (si tratta di uno dei pochissimi siti lombardi in cui è nota questa particolare sintopia). Notevoli opportunità didattiche per la presenza di un plesso scolastico nelle immediate vicinanze.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 27.11.2003
55. Regione Lombardia, CREMONA/BRESCIA, Aree rivierasche del Fiume Oglio dalla foce dello scolmatore di Genivolta al ponte di Castelvisconti
  • circa 100 ha - alt. media m 46,5
  • Codice attribuito: ITA055LOM022
  • Tipo di salvaguardia esistente: le superfici sono comprese nel perimetro del Parco regionale Oglio Nord ed in parte ricadono entro due Riserve Naturali (R.N. Isola Uccellanda; R.N. Lanche di Azzanello); la Provincia di Cremona ha proposto di estendere il perimetro delle riserve naturali sino a ricomprendere per intero le aree rivierasche dell’Oglio (Comuni interessati: Genivolta, Azzanello, Castelvisconti, Acqualunga, Villachiara-Villagana, Borgo S.Giacomo).
  • Socio referente: Vincenzo Ferri Sezione SHI Lombardia - Ente proponente: Provincia di Cremona
  • Motivazione: la presenza sintopica di 10 specie di Anfibi tra i quali una popolazione di Pelobates fuscus insubricus (ricerche 2002 V.Ferri); presenza di un grosso nucleo di Emys orbicularis: sono stati osservati insieme in riscaldamento più di 30 esemplari adulti ; presenza di una discreta popolazione di Elaphe longissima (specie sempre più localizzata e rara nella bassa pianura padana).
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 27.11.2003. Consegna tabella ARE alla Provincia di Cremona in data 28.5.2004
56. Regione Lazio, ROMA, Colli Albani-Parco regionale dei Castelli Romani, Pantani della Doganella
  • circa 20 ha - alt. m 529
  • Codice attribuito: ITA056LAZ001
  • Tipo di salvaguardia esistente: le superfici sono comprese nel perimetro del Parco regionale dei Castelli Romani e proposte quali S.I.C.
  • Socio referente e proponente: Claudio Angelini Sezione SHI Lazio
  • Motivazione: la presenza di tutte le specie di Anfibi dei Colli Albani con l’esclusività del Triturus vulgaris meridionalis e di T.carnifex. L’area si configura quale “patch serbatoio” nella dinamica delle popolazioni di Bufo bufo e Rana dalmatina.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 27.11.2003
57. Regione Lazio, VITERBO, Tarquinia. Aree rivierasche del Fiume Mignone dal ponte sulla nuova SS1 Aurelia alla foce.
  • circa 50 ha - alt. media m 12
  • Codice attribuito: ITA057LAZ002
  • Tipo di salvaguardia esistente: le superfici sono comprese nel perimetro del pSIC “Tratto terminale del Fiume Mignone”.
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: la presenza sintopica di 14 specie di Rettili e 6 di Anfibi, tutte con discrete popolazioni.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 03.04.2004
58. Regione Lombardia, BRESCIA, Pozzolengo, Localita’ Palù
  • 25 ha circa - alt. 100 m Codice attribuito: ITA058LOM023
  • Tipo di salvaguardia esistente: proposta di inclusione nel costituendo Parco delle Colline Moreniche del Garda Bresciano. Risulta minacciato da spandimenti di liquami di origine animale nei campi vicini.
  • Socio referente: Christiana Soccini - Sezione SHI Lombardia
  • Motivazione: la presenza sintopica di 7 specie di Anfibi tra cui una delle maggiori popolazioni di Rana latastei per la Lombardia orientale. L’area impaludata è quanto rimane di un antico bacino lacustre di formazione post-glaciale al di sotto della catena di colline moreniche del Garda.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 03.04.2004
59. Regione Puglia, BRINDISI, Francavilla Fontana, Sorgenti e stagni del Canale Reale
  • 1 ha circa - alt. 162 m Codice attribuito: ITA059PUG004
  • Tipo di salvaguardia esistente: esiste soltanto un vincolo idrogeologico sul Canale Reale. In progetto un parco regionale.
  • Socio referente: Tiziano Fattizzo - Sezione SHI Puglia
  • Motivazione: la presenza di una abbondante popolazione di Tritone italico, in una delle ultime zone umide adatte a questa specie nella provincia, accompagnata dalla presenza di Natrix natrix, Elaphe quatuorlineata e E. situla.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 03.04.2004
60. Regione Marche, ANCONA, Serra S. Quirico e Genga, Valle del Vernino – Colle Tordina
  • 300 ha circa / alt. 200-830 m Codice attribuito: ITA060MAR001
  • Tipo di salvaguardia esistente: l’area si trova all’interno del Parco naturale regionale Gola della Rossa e di Frasassi
  • Socio referente: David Fiacchini
  • Motivazione: presenza di una ricca e diversificata comunità erpetologica (18 taxa, pari al 56% dell’erpetofauna provinciale), con alcune specie di grande interesse biogeografico-conservazionistico (Salamandrina terdigitata, Triturus italicus ed Elaphe quatuorlineata)
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 30/09/2004
61. Regione Campania, SALERNO, Serre e Campagna, Oasi WWF di Persano
  • 110 ha / alt. 40-75 m Codice attribuito: ITA061CAM001
  • Tipo di salvaguardia esistente: l’area si trova all’interno di un’oasi regionale di protezione della fauna
  • Socio referente: Vincenzo Ferri
  • Motivazione: presenza di 4 specie di anfibi e 11 di rettili (è rappresentato il 53.6% dell’erpetofauna campana); è un’importante stazione riproduttiva di Emys orbicularis
  •  Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. in data 27/01/2006
62. Regione Campania, SALERNO, Piaggine, Area tra il Monte Motola il Fiume Calore
  • 800 ha / alt. 840-1224 m Codice attribuito: ITA063CAM002
  • Tipo di salvaguardia esistente: l’area si trova all’interno di un Parco Nazionale
  • Socio referente: Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Antonio Romano
  •  Motivazione: presenza di 7 specie di anfibi e 8 di rettili; è un’importante stazione riproduttiva di specie in allegato II della Dir.92/43/CEE e/o considerate Endangered secondo le categorie IUCN
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. 05/03/2010
63. Regione Campania, SALERNO, Ottati, Loc. il Lago (pianoro carsico) e zone limitrofe con antichi pozzi in pietra
  • 130 ha / alt. 885-950 m Codice attribuito: ITA064CAM003
  • Tipo di salvaguardia esistente: l’area si trova all’interno di un Parco Nazionale
  • Socio referente: Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Antonio Romano
  • Motivazione: presenza di 5 specie di anfibi e 4 di rettili; è un’importante stazione riproduttiva di specie in allegato II della Dir.92/43/CEE e/o considerate Endangered secondo le categorie IUCN. Di rilevanza anche per la storia dell'erpetologia italiana, in quanto il Costa (1874) ne descrive siti e specie presenti.
  • Riconoscimento A.R.E. del CD S.H.I. 05/03/2010