Home Società Atlante Pubblicazioni Conservazione Link e immagini
 
Statuto della Societas Herpetologica Italica

approvato alla XV Assemblea Nazionale (Roma, 29 settembre 2006)
e modificato alla XXI Assemblea Nazionale (Chieti, 24 settembre 2010)

1) Denominazione e sede
È costituita un'associazione a carattere scientifico e didattico, denominata Societas Herpetologica Italica (S.H.I.), con sede legale presso il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.

2) Durata
La durata della Societas Herpetologica Italica è a tempo indeterminato.

3) Scopi
La Societas Herpetologica Italica non ha fini di lucro. La S.H.I. promuove la ricerca erpetologica di base e applicativa, la diffusione delle conoscenze sull'argomento e la relativa divulgazione, la tutela degli Anfibi e dei Rettili e dei loro habitat, in ogni parte del mondo e in particolare in Italia. La S.H.I. incoraggia la collaborazione con altri enti nazionali e internazionali che perseguano finalità analoghe nonché i contatti tra gli erpetologi.

4) Incompatibilità e divieti
L'appartenenza alla Societas Herpetologica Italica è incompatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività commerciale che comporti prelievo diretto e indiretto di Anfibi e Rettili in natura. È fatto divieto a chiunque di parlare e/o scrivere o di farsi promotore di qualsiasi iniziativa a nome della Societas Herpetologica Italica, se non preventivamente autorizzato dal Consiglio Direttivo.

5) Soci
I Soci si dividono in ordinari, onorari e collettivi:
- Soci ordinari: sono coloro che vengono approvati dal Consiglio Direttivo in seguito a domanda scritta in cui si dichiara di essere in regola con l’articolo 4 del presente Statuto.
- Soci onorari: sono designati dall'Assemblea "motu proprio" per particolari meriti scientifici e/o organizzativi nei confronti della Societas Herpetologica Italica; entrano in questa categoria dopo aver accettato per iscritto la nomina comunicata loro a mezzo posta.
- Soci collettivi: sono istituzioni pubbliche o private; dietro presentazione di domanda e in seguito all'approvazione del Consiglio Direttivo possono essere ammesse al sodalizio.
Sono diritti e doveri dei Soci ordinari in regola con la quota associativa dell’anno in corso e di quelli onorari:
a) attenersi allo Statuto
b) partecipare con voto deliberativo all'Assemblea
c) ricoprire, se a esse eletti, cariche sociali
d) contribuire fattivamente alle attività organizzative dell'associazione
e) fruire delle attrezzature sociali di studio e ricerca e delle attività editoriali dell'associazione
f) pagare la quota associativa
g) partecipare alle attività sociali
h) ricevere le pubblicazioni.
I Soci onorari non sono tenuti all'osservanza del punto "f".
I Soci collettivi devono pagare la quota sociale, partecipano all'assemblea ordinaria con un rappresentante con diritto di voto, ricevono le pubblicazioni dell'associazione e non possono ricoprire cariche sociali.
I Soci non in regola con il pagamento della quota sociale da due anni sono considerati decaduti con l’inizio del terzo anno sociale di morosità.
La qualifica di Socio si perde:
- per dimissioni scritte, inviate al Segretario
- per inadempienza biennale della contribuzione sociale
- per decadenza decretata dal Consiglio Direttivo quando l'attività del Socio sia risultata in contrasto con gli scopi dell'associazione. In tal caso non sarà più possibile essere riammessi.
I Soci decaduti per inadempienza biennale della contribuzione sociale possono essere riammessi previo pagamento delle due quote mancanti più la quota dell’anno in corso.
I Soci che intendono ricoprire cariche sociali sono tenuti a:
a) essere in regola con le quote sociali
b) inviare lettera ufficiale di candidatura e curriculum vitae (che saranno resi pubblici sul sito internet della S.H.I.) al Segretario almeno 15 giorni prima della data delle elezioni.

6) Organi sociali
Sono organi sociali della Societas Herpetologica Italica:
- l'Assemblea dei Soci
- il Consiglio Direttivo
- il Presidente
- il Vice-presidente
- il Segretario
- il Tesoriere
- il Direttore Responsabile e il Comitato di Redazione delle pubblicazioni
- il Collegio dei Revisori dei conti.

7) Assemblea dei Soci
L'Assemblea dei Soci decide le iniziative sociali, di ricerca, di didattica e di conservazione della Societas Herpetologica Italica; elegge e nomina gli altri organi sociali, che vengono ricoperti a titolo gratuito e rinnovati ogni quattro anni; approva i bilanci consuntivi e preventivi presentati dal Consiglio Direttivo entro i primi tre mesi dell’anno solare; delibera l'ammontare delle quote sociali. L'Assemblea è convocata e presieduta dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice-presidente, almeno una volta all'anno, con preavviso di quarantacinque giorni, indicante il luogo, il giorno e l'ora della convocazione e l'ordine del giorno. La convocazione e il relativo ordine del giorno saranno resi pubblici anche sul sito internet della S.H.I.
L'Assemblea si intende regolarmente costituita in prima convocazione se è presente, anche mediante delega scritta (sono ammesse fino a due deleghe scritte per ciascun Socio in regola presente), la metà più uno dei Soci in regola con il pagamento della quota sociale relativa all'anno in corso. In seconda convocazione l'assemblea è valida qualunque sia il numero di Soci in regola presenti.
L'Assemblea delibera a maggioranza semplice, in base al numero dei presenti, a eccezione delle modifiche allo Statuto per le quali vale quanto indicato all’art. 17.
L'Assemblea elegge i membri del Consiglio Direttivo, nomina il Direttore Responsabile delle pubblicazioni e i Redattori che formano il Comitato di Redazione su indicazione del Consiglio Direttivo; nomina il Collegio dei Revisori dei conti.
L'Assemblea nomina, su indicazione del Consiglio Direttivo, i coordinatori e i membri delle Commissioni che operano come gruppi di lavoro nazionali della S.H.I. Il funzionamento delle Commissioni e dei gruppi di lavoro nazionali è disciplinato da uno specifico regolamento approvato in assemblea.

8) Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo è costituito dal Presidente, dal Vice-presidente, dal Segretario, dal Tesoriere e da tre Consiglieri eletti dall'Assemblea con voto segreto e a maggioranza semplice, per un numero totale di sette Consiglieri.
Partecipano al Consiglio Direttivo, senza diritto di voto, il Direttore Responsabile delle pubblicazioni e, qualora il Consiglio Direttivo lo ritenga necessario per le particolari questioni all’ordine del giorno, i coordinatori delle Commissioni direttamente interessati.
Il Consiglio Direttivo attua l'indirizzo generale e il programma di attività stabiliti dall'Assemblea; predispone il conto consuntivo e il bilancio preventivo. In caso di urgenza assume le delibere necessarie, sottoponendole a ratifica dell'Assemblea successiva.
Il Consiglio Direttivo approva l'ammissione dei Soci a condizione che abbiano dichiarato per iscritto di essere in regola con l’articolo 4 del presente Statuto.
Il Consiglio Direttivo dura in carica un quadriennio e i membri non sono eleggibili per più di due volte consecutive.
Il Consiglio Direttivo viene convocato dal Presidente, previa consultazione dei Consiglieri, con un preavviso di almeno un mese e può deliberare quando risulta presente la maggioranza dei componenti. Tale convocazione può essere effettuata anche per via informatica oltreché postale. Non è ammessa la delega.
Il Consiglio Direttivo ha facoltà di convocare, se necessario, assemblee straordinarie dei Soci. Tali assemblee devono essere convocate anche qualora ne venga fatta richiesta per iscritto al Segretario o al Presidente da parte di almeno un quarto dei Soci ordinari, allegando l'ordine del giorno.
Il Consigliere che senza giustificato motivo non partecipi anche per una sola volta o comunque per tre volte consecutive alle riunioni del Consiglio Direttivo, decade automaticamente dalla carica e viene sostituito dal primo dei non eletti.

9) Presidente
Il Presidente esercita la rappresentanza legale della Societas Herpetologica Italica; convoca e presiede l'Assemblea dei Soci e il Consiglio Direttivo, fissandone l'ordine del giorno; autorizza e ratifica le spese nei limiti del bilancio preventivo, sentito il Consiglio Direttivo.

10) Vice-presidente
Il Vice-presidente sostituisce il Presidente in sua assenza in tutte le sue funzioni, tranne per quanto riguarda la straordinaria amministrazione.

11) Segretario
Il Segretario coordina la corrispondenza, tiene aggiornato l'elenco generale dei Soci e compila i verbali degli atti sociali; coadiuva il Presidente nella stesura degli ordini del giorno.

12) Tesoriere
Il Tesoriere cura l'esazione delle quote sociali stabilite dall'Assemblea; amministra i proventi dell'associazione secondo i bilanci da lui proposti al Consiglio Direttivo e approvati dall'Assemblea ed effettua i pagamenti relativi all'ordinaria amministrazione. Per quanto attiene ai pagamenti di straordinaria amministrazione, oltre alla firma del Tesoriere, è necessaria la firma del Presidente. Il Tesoriere presenta il bilancio consuntivo e preventivo al Consiglio Direttivo e ha in consegna i libri contabili dell'associazione.

13) Direttore Responsabile delle pubblicazioni e Comitato di Redazione
Il Direttore Responsabile delle pubblicazioni è nominato dall’Assemblea su indicazione del Consiglio Direttivo, dura in carica un quadriennio e non può essere nominato per più di due volte consecutive. Il Direttore Responsabile delle pubblicazioni ha la responsabilità organizzativa dell'attività editoriale dell'associazione. Intrattiene i rapporti con gli autori e con i referenti scientifici; cura la corrispondenza relativa alle pubblicazioni; riporta in Consiglio Direttivo e in Assemblea le proposte del Comitato di Redazione. Il Direttore Responsabile delle pubblicazioni è coadiuvato da almeno due Redattori, entrambi nominati dall’Assemblea su indicazione del Consiglio Direttivo. I Redattori durano in carica un quadriennio e non possono essere nominati per più di due volte consecutive.
Gli incarichi di Direttore Responsabile delle pubblicazioni e di Redattore sono incompatibili con le cariche sociali.

14) Collegio dei Revisori dei conti
Il Collegio dei Revisori dei conti esamina la gestione di cassa e di bilancio del Consiglio Direttivo, sia nel corso dell’anno finanziario sia a conclusione dell’esercizio, e presenta all'Assemblea dei Soci la relazione sul bilancio. È composto da due Soci nominati dall'Assemblea; l’incarico di Revisore è incompatibile con le cariche sociali.

15) Organizzazione della Societas Herpetologica Italica
La Societas Herpetologica Italica può articolarsi in gruppi di lavoro informali, anche a livello regionale.

16) Beni e patrimonio
Tutti gli oggetti mobili e immobili pervenuti alla Societas Herpetologica Italica devono essere tenuti a disposizione dei Soci, secondo norme stabilite dall'Assemblea.
I proventi delle quote associative, delle donazioni, sovvenzioni e altri finanziamenti saranno utilizzati per gli scopi sociali ai sensi dello Statuto e delle vigenti norme di legge, secondo un bilancio finanziario elaborato dal Consiglio Direttivo e approvato anno per anno dall'Assemblea. Allo scioglimento del sodalizio, i beni e i fondi di ogni tipo e origine pervenuti allo stesso saranno devoluti ad associazioni conservazionistiche, naturalistiche o scientifiche, secondo le decisioni dell'Assemblea.

17) Modifiche dello Statuto
Le modifiche dello Statuto dovranno essere proposte dal Consiglio Direttivo, oppure proposte per iscritto da almeno un terzo dei Soci. Esse devono essere approvate dall'Assemblea, regolarmente convocata, con il voto favorevole di almeno i due terzi dei presenti votanti.

18) Scioglimento
Lo scioglimento della Societas Herpetologica Italica è deciso dall'Assemblea, regolarmente convocata, con il voto favorevole della metà più uno dei Soci presenti votanti.

19) Norme di legge
Per quanto non previsto dal presente Statuto si applicheranno le norme di legge in materia.